Vacchi sempre più lontano da Confindustria